Animali.com - Il portale degli animali.
Animali.com il portale degli animali - Home Page
Animali.com - Il portale degli animali.

Animali.com - Il portale degli animali.
Cerca nel sito
Animali.com - Il portale degli animali.
Animali.com - Il portale degli animali.
News
Animali.com - Il portale degli animali.
Approfondimenti
Birdwatching
Blindsight - Il cane guida
Comportamento
Curiosità
Documentari
Enciclopedia
Gli OGM
I Cani
I Gatti
Le Acque Mariane
Viaggi nella natura
Animali.com - Il portale degli animali.
Adozioni
Animali.com - Il portale degli animali.
Campagne
Balene
Caccia
Canili
Circhi
Corrida in Catalogna
Foche del Canada
Foche del Sud Africa
Oche e Fois gras
OGM
Orsi in Cina
Pellicce
Randagismo
Tutela dignità animali
Vivisezione
Animali.com - Il portale degli animali.
I nostri amici
Album di Famiglia
La storia di Beniamino
Animali.com - Il portale degli animali.
In Vacanza
Aree di sosta in autostrade
Informazioni utili
Spiagge
Vaccinazioni
Libreria
Animali.com - Il portale degli animali.
invia una mail
Numeri utili
Animali.com - Il portale degli animali.
Links
Animali.com - Il portale degli animali.
La foto del mese
La pianta del cotone
Animali.com - Il portale degli animali.
Mercatino
Animali.com - Il portale degli animali.
www.posteshop.it
APPROFONDIMENTI: Enciclopedia
Api
Api : il patrimonio genetico
Elefante asiatico o africano?
Il canguro
Il dodo
Il koala
Il pinguino imperatore
L'alimentazione del cavallo
L'alimentazione del coniglio
La lince iberica
Le farfalle
Le tartarughe di acqua dolce
Le tartarughe di terra
Le vittime del clima: il quasi estinto Rospo Bufo Bufo

L'alimentazione del cavallo
L'alimentazione del cavallo

Il cavallo la sua alimentazione base

Nutrendosi esclusivamente di alimenti di origine vegetale definiamo il cavallo un erbivoro.
Egli riesce, allo stato brado a selezionare le graminacee grazie alla presenza di lunghi peli tattili localizzati sul labbro superiore e sotto il mento. Un cavallo al pascolo passerà gran parte del suo tempo mangiando .L'erba gli fornirà una buona quota di fibra gezza , acqua elettroliti e vitamine che gli consentono visto che non lavora di vivere e star bene.

Il cavallo allevato in stalla ,invece, ed in particolare quello sottoposto a lavoro avrà bisogno di una dieta che gli fornisca oltre l'energia di mantenimento anche l'energia supplementare utilizzata con il lavoro svolto.
Una dieta equilibrata dovrà apportare all'organismo dell'animale mediamente : carboidrati 30-35% , lipidi 2-5%, proteine 12-14% e fibre 50%. I carboidrati e le proteine sono le fonti caloriche , le fibre, invece , sono le fonti indispensabili ai processi digestivi favorendo anche l'assorbimento delle sostanze energetiche.
Nell'alimentazione del cavallo distinguiamo gli alimenti concentrati ( granaglie ), più ricchi in principi nutritivi; ed alimenti voluminosi ( fieno ),più ricchi di fibra. Tra gli alimenti concentrati al primo posto c'e l'avena.
L' avena : una graminacea simile al grano . Un cavallo di taglia media del peso di 4-5-quintali ha bisogno giornalmente di circa 4-5 Kg di avena da dividersi in due somministrazioni. Bisogna tener presente che parliamo di cavalli che svolgono attività sportiva e che il loro fabbisogno varia a secondo del tipo di allenamento. Un cavallo da corsa che si allena tutti i giorni consumerà anche 6-7Kg .L'avena contiene una elevata percentuale di carboidrati e anche una buona quota di proteine 14% e di lipidi 3-4% .Inoltre le glumette (semi dell'avena) contengono una sostanza l'avenina che stimola il sistema neuromuscolare per cui quando il cavallo è a riposo per evitare sovraeccitazioni è bene diminuire il razionamento.
L'orzo : triturato o in fiocchi è un alimento molto rinfrescante e appetibile e dal punto di vista nutritivo si avvicina molto all'avena.Spesso d'inverno si usa fare dei veri e propri pastoni a base di orzo che viene fatto bollire fino a che si gonfia e poi si mescola generalmente a crusca e melassa . Anche i semi di lino vengono utilizzati periodicamente come pastoni per il loro contenuto di vitamina E ed A .
Il mais : in fiocchi viene utilizzato con moderazione poichè ricco di carboidrati ma povero di fibre e quindi più carico dell'avena, ma non è consigliabile completamente a questa .Il granturco inoltre può essere causa di intossicazione da alfatossine , una micotossina comune contaminante di questa pianta che può causare sindromi coliche.
La crusca : deriva dal residuo della macinazione del grano . E' molto ricca di fibra , carboidrati , proteine e soprattutto sali minerali e vitamine del gruppo B. Un pò di crusca mescolata agli altri alimenti e un pò inumidita induce il cavallo a masticare più lentamente e a digerire meglio.
Le carote : La carota è ricca di alfa e beta carotene ( precursore della vitamina A ) Utilissima per il mantelli e gli zoccoli, è tra l'altro noto che i cavalli ne vanno ghiotti. E' bene non far mai mancare nella scuderia una cassetta di carote!!
Il cavallo gradisce molto anche la frutta ,soprattutto le mele l'anguria , ma c'è qualcuno che più di altri preferisce il mandarino!!
Sono in commercio una serie di mangimi pellettati o compressi .Il vantaggio e che se ben bilanciati , possono sostituire ogni altro alimento. Ma attenzione alle coliche, il cavallo è 'animale più soggetto alle coliche per la lunghezza del suo intestino ed un' alimentazione fatta quasi esclusivamente di concentrati non è certo la migliore .
La fibra grezza è indispensabile nel mantenimento della peristalsi intestinale. L'alimento voluminoso per eccellenza è il fieno.
Il Fieno : è un alimento insostituibile nella dieta di un cavallo . Il fieno può essere di graminacee , di prato di trifoglio, di erba medica . In genere viene preferito quello di graminacee . Deve essere controllato con cura , gli steli devono essere lunghi ; non vi devono essere erbe infestanti ; non deve essere troppo secco ; deve essere tagliato prima della fioritura . Tutto ciò è importante per la buona qualità del fieno . Per controllare la qualità del fieno bisogna fare attenzione al colore, che deve essere verde ; alla percentuale di foglie rispetto agli steli ; all'odore che deve essere fresco e pulito.
Il cavallo ingerisce circa 0,5 Kg di fieno ogni 100Kg di peso corporeo . Ma il quantitativo varia in base al contenuto totale di sostanza digeribile ( TDN ) del fieno . Il TDN va dal 60 % fino a TDN 35% . Anche il contenuto proteico è altamente variabile oscilla dal 20 % al 4% ( per il cavallo da corsa il contenuto proteico deve essere almeno del 12 % ) .
Gli stress il dispendio energetico aumentano i fabbisogni di vitamine B , C , E l' erba fresca , l'erba medica e le piante foraggee contengono livelli da moderati a elevati di vitamine A- D- E ed i lieviti di birra e le trebbie di birra pellettati, sono una buona fonte di vitamina B . Esistono sul mercato una grande quantità di integratori vitaminici e minerali ma attenzione al dosaggio , livelli troppo elevati di vitamina A ( + di 75000UI/dose ) e vit.D possono essere tossici.

Ma quanto beve un cavallo??
Dai 15 ai 20 litri di acqua al giorno , fino ai 30 - 40 litri in cavalli in lavoro .
Il cavallo , a differenza del cane e del gatto , suda ed attraverso il sudore perde acqua ed elettroliti , è buona norma lasciare dell'acqua a disposizione durante tutto l'arco della giornata facendo attenzione che sia pulita .Molte scuderie sono provviste di abbeveratoi automatici che erogano acqua ogni qualvolta il cavallo vi poggia il muso ,altre invece hanno abbeveratoi tradizionali , in pietra che andrebbero svuotati e puliti tutti i giorni.
E' giusto che il cavallo gestisca da solo il suo abbeveraggio . Per un cavallo che ha lavorato però è buona regola non somministrare acqua troppo fredda ,e disporre una pietra di sale nel box per integrare la perdita di sodio .
Amare gli animali significa rispettarli a partire dall' alimentazione

Dott.Gilda La Bruna Copyright 1997
www.animali.com - www.napolianimali.it


TORNA SU

Copyright 1997-2006 Animali.com - info@animali.com
HTML - CSS - Designed by Web Agency Napoli