Animali.com - Il portale degli animali.
Animali.com il portale degli animali - Home Page
Animali.com - Il portale degli animali.

Animali.com - Il portale degli animali.
Cerca nel sito
Animali.com - Il portale degli animali.
Animali.com - Il portale degli animali.
News
Animali.com - Il portale degli animali.
Approfondimenti
Birdwatching
Blindsight - Il cane guida
Comportamento
Curiosità
Documentari
Enciclopedia
Gli OGM
I Cani
I Gatti
Le Acque Mariane
Viaggi nella natura
Animali.com - Il portale degli animali.
Adozioni
Animali.com - Il portale degli animali.
Campagne
Balene
Caccia
Canili
Circhi
Corrida in Catalogna
Foche del Canada
Foche del Sud Africa
Oche e Fois gras
OGM
Orsi in Cina
Pellicce
Randagismo
Tutela dignità animali
Vivisezione
Animali.com - Il portale degli animali.
I nostri amici
Album di Famiglia
La storia di Beniamino
Animali.com - Il portale degli animali.
In Vacanza
Aree di sosta in autostrade
Informazioni utili
Spiagge
Vaccinazioni
Libreria
Animali.com - Il portale degli animali.
http://www.bauzaar.it/
Numeri utili
Animali.com - Il portale degli animali.
Links
Animali.com - Il portale degli animali.
La foto del mese
Cavaliere d'Italia
Animali.com - Il portale degli animali.
Mercatino
Animali.com - Il portale degli animali.
www.posteshop.it
APPROFONDIMENTI: Enciclopedia
Api
Api : il patrimonio genetico
Elefante asiatico o africano?
Il canguro
Il dodo
Il koala
Il pinguino imperatore
L'alimentazione del cavallo
L'alimentazione del coniglio
La lince iberica
Le farfalle
Le tartarughe di acqua dolce
Le tartarughe di terra
Le vittime del clima: il quasi estinto Rospo Bufo Bufo

Il canguro
Il canguro

Il nome canguro è un termine attribuito comunemente ad un ampio gruppo di mammiferi erbivori dell’ordine dei Marsupiali, compreso nella famiglia dei Macropodidi (dai grandi piedi).

I canguri vivono esclusivamente in Australia, di cui sono un simbolo, nella Nuova Guinea, in Tasmania e su alcune isole vicine.

Esistono circa una cinquantina di specie di canguri le cui dimensioni variano da quelle giganti del canguro rosso e del canguro grigio a quelle più modeste dei canguri minori o dei ratti-canguro.

Caratteristica dei canguri è la spiccata attitudine al salto grazie alle zampe posteriori lunghe e robuste costituite da tre parti più o meno uguali: coscia, tibia e piede; i piedi sono forti e dotati di quattro dita, una delle quali molto più sviluppata delle altre e armata di una grande unghia. La coda è larga e muscolosa e su questa si appoggiano come se fosse un vero e proprio arto stando eretti, in riposo. Le zampe anteriori sono molto corte e gli servono per portare alla bocca il cibo. Hanno grandi orecchie e la testa relativamente piccola.

Le due specie più grandi  sono il Canguro rosso e il Canguro grigio, il cui maschio può raggiungere un peso di quasi 100 kg e una lunghezza di circa un metro e mezzo, esclusa la coda. Se si alza in piedi può arrivare ai due metri di altezza.

Il Canguro grigio gigante è il grande dei canguri raggiungendo i 3 m di lunghezza, di cui 90 cm solo di coda e pesa fra i 100 e i 150 Kg, ha pelo fitto liscio e morbido, quasi lanoso di colore bruno-grigiastro. La femmina più piccola del maschio di circa un terzo.

I canguri sono poco prolifici: nasce un solo neonato per volta, in genere in gennaio, dopo una breve gestazione di 30-40 giorni. Quando i cuccioli vedono la luce sono lunghi appena pochi centimetri (poco più di 2 cm) e completano il loro sviluppo restando qualche mese nel marsupio materno.

La madre allarga il marsupio aiutandosi con le zampe anteriori, il cucciolo entra e subito si attacca ai capezzoli. Il piccolo di canguro trascorre circa 8 mesi nel marsupio, nutrendosi esclusivamente di latte materno, senza mai muoversi, solo ogni tanto prova ad affacciarsi all’esterno.

Per alcuni mesi anche quando già ha iniziato a saltellare a nutrirsi da solo, torna di tanto in tanto nel marsupio, soprattutto quando ci sono difficoltà o pericoli. Resta con la madre fino a 18 mesi.

Dopo l’allattamento il canguro comincia a cibarsi di erbe e teneri germogli, radici, gemme, frutti.

I canguri hanno un carattere timido, sospettoso, e, anche se sono di dimensioni notevoli, sono molto timorosi e fuggo via a balzi. Pur essendo animali timidi, se si sentono minacciati diventano aggressivi. La loro sicurezza è affidata essenzialmente all'udito e all'olfatto. Si difendono colpendo con i pugni e sferrando calci con le potenti zampe posteriori.

Sono inoltre ottimi nuotatori. Il branco è sorvegliato da una sentinella che avverte di eventuali pericoli imminenti e in caso di allarme i canguri fuggono con ampi balzi; la loro corso è veloce ma breve in quanto non sono dotati di molta resistenza.

La vita sociale del canguro è diversa tra piccole e grandi specie. I canguri tendono a vivere in branchi formati da un numero variabile da 6-20 elementi in base alla specie.

Le piccole specie sono tendenzialmente solitarie.

I canguri rossi e i canguri grigi hanno un vita sociale molto articolata, formando grandi gruppi, di dieci o più esemplari. Tra i maschi esiste una forte gerarchia basata sull’anzianità e sulla prestanza fisica. Il maschio dominante, di età matura, ha il controllo delle femmine e del loro stato riproduttivo, finché un giovane individuo più vigoroso lo sostituirà nel suo ruolo.

I loro balzi possono raggiungere anche i 9 metri in lunghezza e i 3 in altezza, alla velocità di 45-50 Km/h, durante i salti la coda viene tenuta sollevata all'insù e funziona da bilanciere.

In condizioni di vita selvatica l'età media varia da 12 a 18 anni, mentre in cattività i canguri possono vivere fino a 25-28 anni.

Le specie più piccole hanno una durata di vita piuttosto più breve.

la caccia ai canguri è ancora oggi intensamente praticata, e ogni anno vengono uccisi migliaia di esemplari, anche se numerosi provvedimenti tendono a proteggere questa specie.


TORNA SU

Copyright 1997-2006 Animali.com - info@animali.com
HTML - CSS - Designed by Web Agency Napoli