Gruppo 5

Cani tipo Spitz e Primitivo

11
Yes
None
1
1000000
Name...
/gruppo-5/

Group 5

Thumbnail
Alaskan Malamute
Alaskan Malamute Image

ALASKAN MALAMUTE

Storia

In passato l’Alaskan Malamute veniva usato come cane da traino per le slitte da neve e ancora oggi si usa per questo. Sicuramente venne temprato dal clima rigido che è presente nell’ambiente in cui vive. Probabilmente il nome della razza deriva da quello di una popolazione eschimese: i Malhemute. Gli Alaskan sono dei cani che godono di un fascino eccezionale per l’aspetto che somiglia totalmente al lupo. Sono molto resistenti e per questo vengono usati anche per la soma su lunghezze variabili. Quando in Alaska arrivarono i pionieri la razza si degradò notevolmente per gli incroci con cani di altre razze, ma nel 1926 la loro purezza venne salvaguardata dagli Stati Uniti.

Aspetto Generale

L’Alaskan Malamute, uno dei più antichi cani da slitta dell’Artico, è un cane potente e di sostanza, con torace profondo e corpo forte e molto muscoloso. Bene in appiombo sugli arti, piazzato dà l’impressione di molta mobilità e portamento fiero, con la testa eretta e gli occhi attenti che mostrano interesse e curiosità. La testa è larga. Gli orecchi sono triangolari ed eretti quando il cane è in attenzione. Il muso è voluminoso, e si restringe solo leggermente dall’inizio al tartufo; non è appuntito né lungo, però non è tozzo. Il pelo è spesso, con un mantello di copertura ruvido, di sufficiente lunghezza per proteggere il sottopelo lanoso. I Malamute sono di colori diversi. Caratteristiche le marcature sul muso: una cuffia sulla testa, il muso o tutto bianco o marcato con una striscia e/o una maschera. La coda è ricca di pelo, portata sul dorso, ed ha l’aspetto di una piuma ondeggiante. Il Malamute deve essere un cane dall’ossatura pesante con arti solidi, buoni piedi, torace profondo e potenti spalle, ed avere tutti gli altri attributi fisici necessari per compiere validamente il suo lavoro. Il passo deve essere fermo, equilibrato, instancabile e totalmente efficiente. Non è un cane da corse con la slitta per gare di traino veloce. Il Malamute è strutturato per forza e resistenza, e ogni caratteristica di un determinato soggetto, ivi incluso il temperamento, che interferisca con il compimento di questo scopo, è da considerare come un difetto fra i più gravi. La profondità del torace è circa la metà dell’altezza al garrese del cane (il punto più basso è subito dietro gli arti anteriori). La lunghezza del corpo (dalla punta della spalla alla punta posteriore della natica) è maggiore dell’altezza al garrese (dal suolo al garrese). L’Alaskan Malamute è un cane affettuoso, amichevole, non il cane “di un solo padrone”. È un compagno devoto e leale, disponibile al gioco, ma in età matura è generalmente molto dignitoso.
Basenj
Basenj Image

BASENJI

Storia

Cane antichissimo, i primi esemplari furono portati dalle sorgenti del Nilo in dono ai Faraoni dell’Egitto, quindi millenni avanti Cristo. Il cinologo Paolo Arbanassi scriveva ” Il Basenji era ben noto nell’antico Egitto, tanto che in molte tombe della IV Dinastia, risalenti al 3600 a.C., lo troviamo raffiguurato accucciato presso la sedia del padrone. D’uno di loro è ricordato anche il nome, Xalmers. Passano i millenni e del Basenji se ne perdono le traccie. Se ne inizia a riparlare verso il 1870 quando questa razza fu tenuta in nuova considerazione dalle tribu negre che popolavano i territori tra il Sudan ed il Congo, allora aperto alle esplorazioni dei bianchi. La storia racconta che nel 1895 il Basenji  fece la sua prima comparsa in Europa anche se la prima coppia importata morì di cimurro. Altre importazioni si susseguirono e la razza iniziò a conquistare i cinofili inglesi. In America il primo Basenji fu importato nel 1941 e subito dopo in Canada.

Aspetto Generale

Cane dalla costruzione leggera, fine ossatura e aspetto aristocratico, alto sugli arti se si considera la sua lunghezza, sempre equilibrato, attento e intelligente. Testa rugosa, con orecchi eretti, fieramente portata su di un collo ben arcuato. Lo sterno profondo risale fino ad un fianco ben definito; la coda strettamente arrotolata presenta l’immagine di un cane molto armonico dalla grazia di una gazzella. La distanza fra l’occipite e lo stop è leggermente superiore a quella dallo stop al tartufo. Non abbaia, ma non è un cane muto; il suo speciale verso è un misto di “chortle” e “yodel”. Notevole il suo innato senso del pulito. Una razza intelligente, indipendente, ma affezionata e sveglia. Può essere riservato con gli estranei.
Canaan Dog
Canaan Dog Image

CANAAN DOG

Storia

Autoctono della Palestina, il Canaan Dog è un cane antico sulla cui genesi non si hanno notizie certe. E’ tuttavia evidente che alla sua formazione abbiano contribuito più razze da pastore di tipo lupoide, quasi certamente anche il Collie. Che sia stato impiegato anche il Dingo Austrliano lo farebbe supporre la stessa denominazione evidenziata nello standard precedente e qualche indicazione morfologica. Infatti si parlava di tipo principale e cioè il tipo Collie e una variazione di questo chiamata Dingo le cui differenziazioni venivano specificate nello standard stesso. Poi vi è stata l’unificazione.

Aspetto Generale

Cane di media taglia inscrivibile in un quadrato, ben equilibrato, forte e di un tipo rassomigliante al cane selvatico. Marcata differenza fra i due sessi. Vivace, rapido nelle sue reazioni, diffidente verso gli estranei, si tiene molto sulla difensiva ma non è naturalmente aggressivo. Guardiano, non solo contro gli uomini ma anche contro gli altri animali. Straordinariamente devoto al suo padrone, docile e facile da addestrare.
Cane da Orso della Carelia
Cane da Orso della Carelia Image

CANE DA ORSO DELLA CARELIA

Storia

Il Komi, anche chiamato cane dei Zyrians, è considerato l’antenato del Cane da orso della Carelia. Tuttavia, il primo stock di cani veniva dalla Carelia, (regione del lago Ladoga, Olonets e Carelia Russa), dove venivano usati per tutti i diversi tipi di caccia. L’allevamento fu avviato nel 1936 con lo scopo di creare un cane robusto che abbaia alla grossa selvaggina. Il primo standard fu redatto nel 1945. I primi cani furono registrati nel 1946. Oggi la razza è molto diffusa in Finlandia. Impiegato soprattutto per la caccia all’alce e all’orso, blocca e tiene a bada la preda. È un cacciatore appassionato che è molto indipendente, ma che collabora attivamente alla caccia poiché indica la presenza del selvatico abbaiando. Ha sensi molto sviluppati, specialmente quello dell’odorato, il che permette di utilizzarlo nella caccia alla grossa selvaggina. Ottimo il suo senso di orientamento.

Aspetto Generale

Di media taglia, forte, di conformazione robusta, solo leggermente più lungo che alto. Il suo pelo è fitto e gli orecchi diritti. La lunghezza del corpo è solo leggermente superiore dell’altezza al garrese. La profondità del torace è circa la metà dell’altezza al garrese. La proporzione fra muso e cranio è circa 2 : 3. La lunghezza del cranio è all’incirca uguale alla sua ampiezza e profondità. Equilibrato, un po’ riservato, coraggioso e tenace. Molto sicuro di sé, può essere aggressivo verso gli altri cani, ma mai verso gli esseri umani. Ha molto sviluppato l’istinto della lotta.
Cane da Pastore Australiano Kelpie
Cane da Pastore Australiano Kelpie Image

CANE DA PASTORE AUSTRALIANO KELPIE

Storia

La storia del Kelpie comincia in Scozia. Nel 1870, Willam Allen, un allevatore di pecore di Geralda Station, vicino Forbes, nel New South Wales, importò un paio di cani nero focati a pelo corto e con orecchie dritte. Questi furono venduti al Sig. Allen dallo Scozzese Mr.Rutherford, ed erano conosciuti come Fox Collies (in alcuni testi Working Collie) perchè la leggenda era che questi cani avevano un po’ di sangue di volpe che scorreva nelle loro vene. Questa credenza viene probabilmente dal fatto che c’era sempre un cucciolo rosso in ogni cucciolata. In realtà, questi Fox Collies erano strettamente imparentati con gli antenati del moderno Border Collie.
I due cani, “Jenny” e “Brutus”, si accoppiarono sulla nave in viaggio per l’Australia. I cuccioli nati in Australia erano tutti nero focati tranne un cucciolo rosso. I cani erano lavoratori silenziosi con un fare scaltro e un intenso sguardo. Questi erano ideali per il lavoro con le volubili Merinos, razza di pecore allevate in Australia.
Nello stesso periodo un altro allevatore di pecore, Mr. Gleeson, ottenne una cagna nero focata proveniente da Victoria. Sebbene il suo pedigree fosse sconosciuto, assomigliava e lavorava come Brutus e Jenny. Le descrizioni di Robert Kalenski dicevano che c’erano tracce di sangue di Dingo in lei, ma questo non fu mai provato. Questa femmina il cui nome era Kelpie, fu fatta accoppiare con un figlio di Brutus e Jenny, un maschio nero-focato di nome Caesar. Nel frattempo, il cucciolo rosso della cucciolata di Brutus e Jenny, dopo aver dato prova di essere un promettente lavoratore, fu rubato dal ranch in cui si trovava a Goolagong. Sebbene le sue tracce siano state perdute, egli fu senza dubbio il progenitore di tutti i Kelpie rossi in Australia.
Mr. W. King, manager di un ranch decisi di prendere una figlia di Kelpie e Caesar, e siccome era identica alla madre le diede il nome di Kelpie II. Kelpie II lasciò il segno quando partecipò e vinse il primo ufficiale sheepdog trial in Australia, a Forbes intorno al 1870-1875. I suoi cuccioli che da quel momento in poi furono molto richiesti, erano conosciuti come “Kelpie’s Pups” ossia i cuccioli di Kelpie. Presto Kelpie fu scelto come nome ideale per questa razza. Il nome Kelpie in Celtico significa spirito acquatico, nome che si adatta perfettamente a questa razza agile e veloce. Chiunque abbia conosciuto il Kelpie ametterà che questo cane è un serio lavoratore con un tocco di birbante nella sua personalità.
Un’altra linea di Kelpie fu sviluppata da una della figlie di Kelpie II. Il suo nome era Sally, e fu fatta accoppiare da un solido maschio nero, pronipote di Brutus e Jenny il cui nome era Moss. Un cucciolo tutto nero di questa figliata fu comprato da un fattore di nome Davis. Grazie alla sua forte personalità e alla sua grande velocità, il cucciolo fu chiamato Barb come un famoso cavallo da corsa dell’epoca. Più tardi fu venduto a Mr. Edols che lo usò come stallone. Nei figli di Barb era predominante il colore nero e il potere sulle pecore. Conusciuti all’inizio come Barb’s Pups, i Kelpie neri figli di Barb diedero in seguito il nome a tutti i Kelpie neri che a tutt’oggi vengono chiamati semplicemente Barbs.
I Kelpie furono mostrati al pubblico per la prima volta al Royal Show di Melbourne nel 1908, con i Barbs esposti assieme ai Kelpie. In Australia ci sono 2 differenti registri per i Kelpie: Working Kelpie e Show Kelpie.
I primo standard fu steso nel 1903 da Robert Kaleski che descrive il Kelpie come un cane che preferisce lavorare anzi che mangiare, cosa che sembra rispecchiare lo spirito della razza anche ai giorni nostri.

Aspetto Generale

Deve essere quello di un cane di grande qualità, vivace e attivo, che presenti una forte muscolatura combinata con grande agilità, che esprima la possibilità di svolgere un lavoro instancabile. Deve essere privo di qualsiasi accenno di gracilità
Groenlandese
Groenlandese Image

GROENLANDESE

Storia

Il Groenlandese è una delle più antiche razze del mondo ed è stata utilizzata dagli Esquimesi, fin dai tempi remoti, per il trasporto e la caccia. La selezione dei soggetti per l’allevamento è stata basata principalmente su qualità come energica forza, ardimento e resistenza, senza però che si sia trascurato un aspetto attraente. Con la sua robusta costituzione, il Groenlandese è il cane adatto a chi ama la vita all’aria aperta. È un compagno eccellente per quelli che amano passeggiare nei boschi o sui monti con i loro cani che tirano o portano il loro equipaggiamento

Aspetto Generale

Uno spitz polare molto forte, costruito per la resistenza e lo strenuo lavoro di cane da slitta nelle condizioni dell’Artico. Sono permesse alcune varianti sulla taglia, purché la capacità lavorativa e l’armonia non siano alterate. Il corpo è un rettangolo corto, con la proporzione: altezza al garrese / lunghezza del corpo = 10 a 11. Le femmine possono avere il corpo leggermente più lungo. Le qualità caratteriali predominanti del Greeland Dog sono: energia, forza mentale e audacia. È un cane da slitta volonteroso e instancabile. Con le persone, anche estranee, è amichevole, ed essendo un cane da slitta, non è strettamente legato ad una particolare persona, e non è adatto come cane da guardia. Quando caccia la foca e l’orso polare mostra un istinto venatorio molto forte.
Jamthund
Jamthund Image

JAMTHUND

Storia

Lo Jämthund fu riconosciuto solo nel 1946 anche se è una razza antichissima, conosciuta fin da quando il Nord Della Svezia cominciò a popolarsi. La ragione di questo riconoscimento tardivo sta nel fatto che il più piccolo Elghund norvegese e lo Jämthund venivano giudicati come un’unica razza. La situazione alla fine diventò insostenibile. Lo Jämthund è utilizzato principalmente per la caccia all’alce, ma anche per cacciare orsi e linci, soprattutto nei tempi antichi. Per questo deve essere molto robusto e capace di grande resistenza.

Aspetto Generale

Grosso Spitz, rettangolare, dalle linee pulite, forte, di sostanza, ma anche agile e di buona statura. Il corpo non deve dare l’impressione di essere lungo, né essere troppo pesante. Coraggioso ed energico, ma anche stoicamente calmo.
Laika della Siberia Occidentale
Laika della Siberia Occidentale Image

LAIKA DELLA SIBERIA OCCIDENTALE

Storia

Questa razza autoctona russa da caccia, viene dalle aree forestali che si estendono dagli Urali alla Siberia Occidentale e Orientale e fu selezionata dai cani da caccia Khanty e Manci. All’inizio del 20° secolo, i cinologi russi crearono i primi standard di Laika, Vogul (Mansi) e Ostyak (Khanty). Nel 1947 fu proposta una nuova classificazione delle razze Laika, e i soggetti dei tipi Khanty e Mansi, strettamente imparentati, furono riuniti in un’unica razza. Lo standard della nuova razza, Zapadno-Sibirskaya Laika, fu approvato nel 1952. Al giorno d’oggi, lo Zapadno-Sibirskaya Laika è la razza da caccia più diffusa in Russia e si è largamente propagata in tutte le zone boscose del paese, dalla Karelia a Kamchatka. La razza sembra essere specialmente popolare nelle sue aree native. Esemplari base da allevamenti che hanno cani provenienti da solide linee da lavoro e qualità ben fissate di tipo e abilità, sono stati introdotti in tutti i centri cinologici della Federazione Russa.

Aspetto Generale

Cane di taglia da media a leggermente più grande; solido, dalla costruzione forte e pulita. La lunghezza del corpo, misurata dal petto alle natiche è leggermente superiore all’altezza misurata dal garrese al suolo. Il dimorfismo sessuale è chiaramente definito. I maschi sono più grossi delle femmine e nettamente mascolini. I muscoli sono ben sviluppati e le ossa forti. La lunghezza del corpo supera l’altezza al garrese nella proporzione di 100 a 103-107% nei maschi, e di 100 a 104-108% nelle femmine. L’altezza al garrese supera l’altezza alla groppa di 1 – 2 cm nei maschi, ed è uguale, o supera l’altezza alla groppa di 1 cm nelle femmine. La lunghezza della testa supera considerevolmente la sua ampiezza La lunghezza del muso è uguale alla metà della lunghezza della testa, o un poco meno. L’altezza degli anteriori dal suolo al gomito supera leggermente la metà dell’altezza al garrese. Fermo, equilibrato. Un cane vigoroso con olfatto molto sviluppato e pure sviluppata capacità di trovare il selvatico, con una pronta, sensibile e spiccata passione per la caccia, ugualmente abile nella caccia ai pennuti a agli animali da pelo. Sicuro di sé e vigile verso gli estranei.
Laika della Siberia Orientale
Laika della Siberia Orientale Image

LAIKA DELLA SIBERIA ORIENTALE

Storia

Questa razza autoctona russa da caccia è una delle più importanti nella regione Taiga come pure nelle aree montagnose nella Siberia Centrale e Orientale. È una razza che si è evoluta da cani Laika di Tungus, Yakut, pre- Baikal e pre-Amur. La prima descrizione di Laika pre-Amur, che più tardi divenne la base dello standard di razza, è datata all’inizio del 20° secolo. Nel 1947 il Laika della Siberia Orientale fu riconosciuto come razza. Nel 1949 fu pubblicato uno standard provvisorio e nel 1981 fu approvato lo standard definitivo. Ora il Laika della Siberia Orientale è diffuso su vasta scala nelle sue aree native/originarie. Esemplari base da allevatori con cani ben fissati nel tipo e abilità al lavoro sono stati immessi nella regione Irkutsk della Federazione Russa. Vi è un buon numero di soggetti di questa razza nella parte Europea della Russia, specialmente nelle regioni di Leningrado, Smolensk e Tver e parte della regione di Mosca. Il Laika della Siberia Orientale è pure apprezzato in Scandinavia.

Aspetto Generale

Cane di media taglia di costruzione forte e compatta. La lunghezza del corpo, dal petto alle natiche, è leggermente superiore all’altezza al garrese. La testa è piuttosto grande e molto forte. I maschi stanno nel rettangolo o quasi e le femmine sono leggermente più lunghe. Indice del formato (altezza/lunghezza): maschi: 100/104-109 femmine: 100/106-111. L’altezza al garrese supera l’altezza alla groppa di 1-2 cm. (maschi) ed è uguale o supera l’altezza alla groppa di 1 cm (femmine). La lunghezza del muso è leggermente inferiore alla metà della lunghezza della testa L’altezza dal suolo al gomito è uguale alla metà dell’altezza al garrese. Temperamento fermo e equilibrato. È un cane vigoroso con un senso molto sviluppato dell’olfatto e dell’individuazione della selvaggina, una spiccata passione per la caccia, specialmente per la caccia grossa. Quando lavora è molto indipendente. È amichevole, gentile e fiducioso nei confronti delle persone.
Podenco Ibicenco
Podenco Ibicenco Image

PODENCO IBICENCO

Storia

Questa razza è originaria delle Isole Baleari di Maiorca, Ibiza, Minorca e Formentera, dove è conosciuta con il nome d’ origine di “Ca Eivissec”. È anche ampiamente rappresentata in Catalogna, attorno a Valenza, nel Roussillon e in Provenza, dove è conosciuta come Mallorqui, Xarnelo, Mayorquais, Charnegue, Charnegui e Cane delle Baleari. Probabilmente questi cani vennero portati nelle isole dai Fenici, dai Cartaginesi e infine anche dai Romani. Questo cane è un tipico rappresentante primitivo e robusto di una delle razza più antiche ancora esistenti. Raffigurazioni di questo cane sono state trovate nelle tombe dei Faraoni e su oggetti da museo, cosicché si può provare che la razza risale al 3400 a.C.

Samoiedo
Samoiedo Image

SAMOIEDO
Storia
Il nome Samoiedo deriva dalle Tribù Samoiedo nella Russia del Nord e della Siberia. Nelle parti meridionali della regione queste popolazioni usavano cani bianchi, neri e pluricolori come cani da pastore per le renne; nelle parti settentrionali i cani erano di un bianco puro, avevano un temperamento mite ed erano usati come cani da caccia e da slitta. I cani Samoiedo vivevano a contatto con i loro padroni, dormivano anche con loro, poiché utilizzati come fonti di calore. Lo zoologo inglese Ernest Kilburn Scott passò tre mesi fra le tribù dei Samoiedo nel 1889. Ritornando in Inghilterra portò con sé un cucciolo maschio marrone chiamato “Sabarka”. Più tardi importò una femmina color crema chiamata “Whitey Petchora” dal lato occidentale degli Urali, e un maschio bianco neve chiamato “Musti” dalla Siberia. Questi pochi cani e quelli portati dagli esploratori sono la base dei Samoiedo occidentali. Il primo standard fu redatto in Inghilterra del 1909

Aspetto Generale
Di media taglia, elegante, un bianco Spitz Artico. Ha un aspetto che dà l’impressione di potenza, resistenza, fascino, agilità, dignità e sicurezza di sé. L’espressione, il cosiddetto “sorriso del Samoiedo”, è il risultato della combinazione della forma e posizione dell’occhio, e gli angoli della bocca leggermente rivolti in su. Il sesso deve essere nettamente distinguibile.

Siberian Husky
Siberian Husky Image

SIBERIAN HUSKY

Aspetto Generale

Cane da lavoro di media taglia, svelto e leggero, sciolto e aggraziato nei movimenti. Il suo corpo moderatamente compatto e ricco di pelo, gli orecchi eretti e la coda a spazzola rivelano la sua origine nordica. Il suo passo caratteristico è regolare e senza sforzo evidente. Assolve al meglio la sua originaria funzione di cane da traino, portando carichi leggeri a moderata velocità su lunghe distanze. Le forme e le proporzioni del suo corpo riflettono questo basilare equilibrio di forza, velocità e resistenza. I maschi della razza Siberian Husky sono mascolini ma mai grossolani; le femmine sono femminili ma senza debolezze di struttura. In buone condizioni, con muscoli fermi e ben sviluppati, il Siberian Husky non è mai eccessivamente pesante.
Alaskan Malamute Image
Alaskan Malamute
ALASKAN MALAMUTEStoria In passato l’Alaskan Malamute veniva usato come cane da traino per le slitte da neve e ancora oggi si usa per questo. Sicuramente venne... Read More
Basenj Image
Basenj
BASENJIStoria Cane antichissimo, i primi esemplari furono portati dalle sorgenti del Nilo in dono ai Faraoni dell’Egitto, quindi millenni avanti Cristo. Il ci... Read More
Canaan Dog Image
Canaan Dog
CANAAN DOGStoria Autoctono della Palestina, il Canaan Dog è un cane antico sulla cui genesi non si hanno notizie certe. E’ tuttavia evidente che alla sua for... Read More
Cane da Orso della Carelia Image
Cane da Orso della Carelia
CANE DA ORSO DELLA CARELIAStoria Il Komi, anche chiamato cane dei Zyrians, è considerato l’antenato del Cane da orso della Carelia. Tuttavia, il primo stock di c... Read More
Cane da Pastore Australiano Kelpie Image
Cane da Pastore Australiano Kelpie
CANE DA PASTORE AUSTRALIANO KELPIEStoria La storia del Kelpie comincia in Scozia. Nel 1870, Willam Allen, un allevatore di pecore di Geralda Station, vicino Forbes,... Read More
Groenlandese Image
Groenlandese
GROENLANDESEStoria Il Groenlandese è una delle più antiche razze del mondo ed è stata utilizzata dagli Esquimesi, fin dai tempi remoti, per il trasporto e la cac... Read More
Jamthund Image
Jamthund
JAMTHUNDStoria Lo Jämthund fu riconosciuto solo nel 1946 anche se è una razza antichissima, conosciuta fin da quando il Nord Della Svezia cominciò a popolarsi. L... Read More
Laika della Siberia Occidentale Image
Laika della Siberia Occidentale
LAIKA DELLA SIBERIA OCCIDENTALEStoria Questa razza autoctona russa da caccia, viene dalle aree forestali che si estendono dagli Urali alla Siberia Occidentale e Ori... Read More
Laika della Siberia Orientale Image
Laika della Siberia Orientale
LAIKA DELLA SIBERIA ORIENTALEStoria Questa razza autoctona russa da caccia è una delle più importanti nella regione Taiga come pure nelle aree montagnose nella Si... Read More
Podenco Ibicenco Image
Podenco Ibicenco
PODENCO IBICENCOStoria Questa razza è originaria delle Isole Baleari di Maiorca, Ibiza, Minorca e Formentera, dove è conosciuta con il nome d’ origine di “Ca ... Read More
Samoiedo Image
Samoiedo
SAMOIEDO Storia Il nome Samoiedo deriva dalle Tribù Samoiedo nella Russia del Nord e della Siberia. Nelle parti meridionali della regione queste popolazioni usavano cani bianchi, neri e pluricolori come cani da pastore per l... Read More
Siberian Husky Image
Siberian Husky
SIBERIAN HUSKYAspetto Generale Cane da lavoro di media taglia, svelto e leggero, sciolto e aggraziato nei movimenti. Il suo corpo moderatamente compatto e ricco d... Read More