Animali.com - Il portale degli animali.
Animali.com il portale degli animali - Home Page
Animali.com - Il portale degli animali.

Animali.com - Il portale degli animali.
Cerca nel sito
Animali.com - Il portale degli animali.
Animali.com - Il portale degli animali.
News
Animali.com - Il portale degli animali.
Approfondimenti
Birdwatching
Blindsight - Il cane guida
Comportamento
Curiosità
Documentari
Enciclopedia
Gli OGM
I Cani
I Gatti
Le Acque Mariane
Viaggi nella natura
Animali.com - Il portale degli animali.
Adozioni
Animali.com - Il portale degli animali.
Campagne
Balene
Caccia
Canili
Circhi
Corrida in Catalogna
Foche del Canada
Foche del Sud Africa
Oche e Fois gras
OGM
Orsi in Cina
Pellicce
Randagismo
Tutela dignità animali
Vivisezione
Animali.com - Il portale degli animali.
I nostri amici
Album di Famiglia
La storia di Beniamino
Animali.com - Il portale degli animali.
In Vacanza
Aree di sosta in autostrade
Informazioni utili
Spiagge
Vaccinazioni
Libreria
Animali.com - Il portale degli animali.
macrolibrarsi.it
Numeri utili
Animali.com - Il portale degli animali.
Links
Animali.com - Il portale degli animali.
La foto del mese
La pianta del cotone
Animali.com - Il portale degli animali.
Mercatino
Animali.com - Il portale degli animali.
www.posteshop.it
NEWS: Taranto: Aggiornamento sulla situazione del canile
Necessità adozioni - volontari - farmaci ...
Taranto: Aggiornamento sulla situazione del canile 25-10-2007


CHIUNQUE VOGLIA INVIARE PRODOTTI PER L'EMERGENZA TARANTO PUO' INVIARLI  AL SEGUENTE INDIRIZZO PRECISANDO:

CORPO POLIZIA ECOZOOFILA PER EMERGENZA TARANTO
ECONOMATO COMUNE - VIA GALISO 400 (a fianco Centrale del Latte) - TARANTO
per informazioni Russo Raffaele resp. Protezione Civile 3347718840
che sorveglierà gli arrivi e la distribuzione giornaliera al canile come ns. delegato


PER DONAZIONI:
ASSOCIAZIONE UNIONE DEMOCRATICA CORPO POLIZIA ECOZOOFILA
Bancoposta c.c. n° 75988907 - ABI 7601 - CAB 01600
motivazione: canile taranto


CHIUNQUE POSSA AFFIDARE ANIMALI PERSONALMENTE O COME ASSOCIAZIONE
CONTATTI LA NOSTRA CENTRALE OPERATIVA 349 84 59 330
comando@poliziaecozoofila.info

 

SITUAZIONE CANILE:


- GLI ANIMALI NON VERSANO IN GRADO DI DENUTRIZIONE MA DI ASSENZA DI CURE VETERINARIE DA 3 ANNI
- ABBIAMO TROVATO CADAVERI DI CANE VICINO AL CANILE E DIVERSI CANI RANDAGI CHE CERCAVANO DI ENTRARE PER MANGIARE
- I BOX SONO GRANDI E VI SONO 4/5 CANI PER BOX; OGNI BOX HA UN AREA DI SGAMBAMENTO CON ESCREMENTI
- I BOX SONO IN CEMENTO E GLI ANIMALI NON HANNO NE CUCCIE NE COPERTE

STIAMO FACENDO PRESSIONI SULL'AMMINISTRAZIONE PERCHE' EROGHI UNO STANZIAMENTO PER CURARLI IN ATTESA DI DEFINIRE LE CONCESSIONI E LE AUTORIZZAZIONI O QUELLO CHE RITERRANNO PIU OPPORTUNO


NECESSITA' IMPELLENTI:

MEDICINALI PER DERMATITE E OTITI CRONICHE RACHITISMO E ARTROSI
se non li avete a prezzo scontato meglio fare versamenti sul c/c
ricordiamo che la legislazione sui farmaci è molto severa e non
permette una movimentazione libera

4-6 VOLONTARI PARA VETERINARI PER ALMENO 30/40 GIORNI
possono fare turni a rotazione

1-2 VETERINARI che a turno dedichino giornate di presenza sul luogo

GIACIGLI, BRANDINE, COPERTE
anche in questo caso fate attenzione ai costi di spedizione che sono altissimi
in certi casi è meglio trovare un fornitore sul posto

AFFIDO GERIATRICO DI ANIMALI
necessita ridurre drasticamente il numero delle presenze

L´ILLECITO:


DECINE E DECINE DI CADAVERI DI CANE RITROVATI NELLE VICINANZE DELLA STRUTTURA DI STATTE (TARANTO)

IL CORPO POLIZIA ECOZOOFILA E´ STATO DELEGATO UNITAMENTE AL CORPO FORESTALE DELLO STATO PER LE INDAGINI AVVIATE DAL P.M.

LA STRUTTURA E´ STATA POSTA SOTTO SEQUESTRO DALLA MAGISTRATURA

TG2 VISTA LA GRAVITA' HA DIFFUSO OGGI IL SERVIZIO


DOCUMENTAZIONE RELATIVA ALLA PRATICA LEGALE:


LA NOSTRA CENTRALE OPERATIVA 349 84 59 330
comando@poliziaecozoofila.info

Da: comando@poliziaecozoofila.info <comando@poliziaecozoofila.info>
Data: Dom 28 Ott 2007 16:58:57 Europe/Rome
A: ufficiostampa@sanita.it
Oggetto: PER CONOSCENZA
Attachments: Ci sono 5 allegati

Ufficio VI -Direttore dott. Sergio PAPALIA
Capo Ufficio stampa: Cesare Fassari

GRADIREMMO UN RISCONTRO ED UNA PRESA DI POSIZIONE DEL MINISTERO
GRAZIE CIAGLIA

Da: comando@poliziaecozoofila.info <comando@poliziaecozoofila.info>
Data: Dom 28 Ott 2007 16:20:52 Europe/Rome
A: cs.taranto@corpoforestale.it, Commissariato lazio
<commissariatoroma@poliziaecozoofila.info>
Oggetto: trasmissione documenti
Attachments: Ci sono 5 allegati

Il caso di detenzione di cani in uno spazio angusto è palese
maltrattamento di animali, Art. 727 del codice penale secondo comma, e
Legge n. 189 del Luglio 2004, all´articolo 544 ter, primo comma,
"Chiunque, per crudeltà o senza necessità, sottopone un animale a
comportamenti insopportabili per le sue caratteristiche etologiche è
punito....".

La detenzione di un animale deve sempre essere compatibile con le sue
caratteristiche etologiche, cioè di specie. Essendo il cane
riconosciuto animale sociale, nelle sue caratteristiche etologiche sono
compresi alcuni bisogni caratteristici della sua natura, che sono
quelli di movimento, di aria, di luce e di relazione con il mondo
esterno. Detenere dei cani in un posto angusto dove gli stessi non
hanno possibilità di camminare, con temperature estive esterne che si
aggirano intorno ai 35 °G- 40°G, è incompatibile con le caratteristiche
etologiche del cane e produttiva di gravi sofferenze.

Corte di Cassazione:

" Di conseguenza la carenza di cibo, l´esposizione all´alta o alla
bassa temperatura, la costrizione in ambienti ristretti, o addirittura
con catene, un locale buio, possono costituire comportamenti di vero
maltrattamento, sanzionato penalmente (Cass. Pen. Sez. III ord. N. 1776
ud. 22 ottobre 1992 in cc. Pres. Papillo, est. Postiglione, Imp. Geiser
e Felderer.)

E ancora " ai fini della sussistenza del reato di cui all´art. 727 del
c.p. non è necessario verificare se gli animali abbiano subito
concretamente una qualche sofferenza fisica essendo sufficiente
accertare se vi sia incompatibilità tra le modalità concrete
della detenzione e le caratteristiche naturali ed etologiche degli
animali" ( Cass. Pen. Sez III, sentenza del 05 Febbraio 1998 n. 1353).

Dalla pretura di Terni 21 Gennaio 1999 Est. Santoloci-Imp. Cerquetelli:
" il concetto di maltrattamento di animali ricavabile dall´art. 727
c.p. non deve essere inteso solo in relazione alla violenza fisica ma
comprende anche aspetti comportamentali ed ambientali in via generale
posti in essere in senso commissivo e/o omissivo. Pertanto in merito al
caso specifico della detenzione di animali non è necessario verificare
se gli stessi abbiano subito concretamente una qualche sofferenza
fisica essendo sufficiente accertare se vi sia incompatibilità tra le
modalità concrete della detenzione e le caratteristiche naturali ed
etologiche degli animali medesimi".

 

Cass. Pen. Sez. III, 29.01.1999 n. 1215- Pres. Pioletti G. Rel.
Savignano G. Crispolti P- P.M. Geraci, ... "L´ incrudelimento può
consistere anche solo nel fatto di cagionare senza necessità sofferenza
all´animale: determinare sofferenza non comporta necessariamente che si
cagioni una lesione dell´integrità fisica e cioè una malattia
dell´animale, potendo invece la sofferenza consistere in soli patimenti
che, per quel che concerne l´animale, possono derivare anche da
abbandono, da paure, da privazioni; la previsione normativa, secondo
cui l´incrudelimento diviene fatto penalmente rilevante, non implica
che la sofferenza debba essere necessariamente il risultato di una
volontà sorretta da "motivo abietto o futile" poichè si può incrudelire
anche per sola insensibilità e cioè, come impone l´etimo della parola
(crudus) per crudezza o durezza d´animo."

NEL CASO SPECIFICO DEVONO ESSERE SOTTOPOSTI AD INDAGINE:

LE AMMINISTRAZIONI COMUNALI IN QUANTO PROPRIETARIE DEGLI ANIMALI
IL RESPONSABILE DELLA STRUTTURA IN QUANTO GESTORE ANCHE SE CON
CONTRATTO SCADUTO
LA ASL VETERINARIA IN QUANTO ORGANO DI SORVEGLIANZA

LEGGE 20 luglio 2004, n.189
Art. 544-bis. - (Uccisione di animali). - Chiunque, per crudelta' o
senza necessita', cagiona la
morte di un animale e' punito con la reclusione da tre mesi a diciotto
mesi.
Art. 544-ter. - (Maltrattamento di animali). - Chiunque, per crudelta'
o senza necessita', cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o a fatiche o a lavori  insopportabili per le sue caratteristiche ecologiche e' punito con la reclusione da tre mesi a un
anno o con la multa da 3.000 a15.000 euro.
Art. 544-sexies. - (Confisca e pene accessorie). - Nel caso di
condanna, o di applicazione della  pena su richiesta delle parti a norma dell'articolo 444 del codice di  procedura penale, per i delitti previsti dagli articoli 544-ter, 544-quater e 544-quinquies, e' sempre ordinata la confisca
dell'animale, salvo che appartenga a persona estranea al reato.
E' altresi' disposta la sospensione da tre mesi a tre anni dell'attivita' di trasporto, di commercio o di allevamento degli animali se la sentenza di condanna o di applicazione della pena su richiesta e' pronunciata nei confronti di chi svolge le predette attivita'. In caso di recidiva e' disposta l'interdizione dall'esercizio delle attivita' medesime".
Art. 6. (Vigilanza)
1. Al fine di prevenire e contrastare i reati previsti dalla presente
legge, con decreto del Ministro dell'interno, sentiti il Ministro delle politiche agricole e forestali e il Ministro della salute, adottato entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono stabilite le modalita' di coordinamento dell'attivita' della Polizia di Stato,
dell'Arma dei carabinieri, del Corpo della guardia di finanza, del Corpo forestale dello Stato e dei.
Corpi di polizia municipale
e provinciale..
2. La vigilanza sul rispetto della presente legge e delle altre norme
relative alla protezione degli animali e' affidata anche, con riguardo agli animali di affezione, nei limiti dei compiti attribuiti dai rispettivi decreti prefettizi di nomina, ai sensi degli articoli 55 e 57 . del codice di procedura penale, alle guardie particolari giurate delle associazioni protezionistiche e zoofile riconosciute.
3. Dall'attuazione del presente articolo non devono derivare nuovi o
maggiori oneri per lo Stato e gli enti locali.
Art. 7.(Diritti e facolta' degli enti e delle associazioni)
1. Ai sensi dell'articolo 91 del codice di procedura penale, le associazioni e gli enti di cui all'articolo 19-quater delle disposizioni di coordinamento e
transitorie del codice penale perseguono finalita' di tutela degli interessi lesi dai reati previsti dalla presente legge. L. 14 agosto 1991, n. 281
Art. 2 Trattamento dei cani e di altri animali di affezione
2. I cani vaganti ritrovati, catturati o comunque ricoverati presso le
strutture di cui al comma 1 dell'articolo 4, non possono essere soppressi.
5. I cani vaganti non tatuati catturati, nonch? i cani ospitati presso
le strutture di cui al comma 1 dell'articolo 4, devono essere tatuati; se non reclamati entro il termine di sessanta giorni possono essere ceduti a privati che diano garanzie di buon trattamento o ad associazioni protezioniste,
previo trattamento profilattico contro la rabbia, l'echinococcosi e
altre malattie trasmissibili.
6. I cani ricoverati nelle strutture di cui al comma 1 dell'articolo 4,
fatto salvo quanto previsto dagli articoli 86, 87 e 91 del regolamento di polizia veterinaria approvato con decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954, n. 320, e successive modificazioni, possono essere soppressi,
in modo esclusivamente eutanasico, ad opera di medici veterinari,
soltanto se gravemente malati, incurabili o di comprovata pericolosit€.
Art. 3 Competenze delle regioni.
1. Le regioni disciplinano con propria legge, entro sei mesi dalla data
di entrata in vigore della presente legge, l'istituzione dell'anagrafe canina presso i comuni o le unità sanitarie locali, nonch? le modalit€ per l'iscrizione a tale anagrafe e per il rilascio al proprietario o al detentore della sigla di riconoscimento del cane, da imprimersi mediante tatuaggio indolore.
2. Le regioni provvedono a determinare, con propria legge, entro sei
mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, i criteri per il risanamento dei canili comunali e la costruzione dei rifugi per cani. Tali strutture devono garantire buone condizioni di vita per i cani e il rispetto
delle norme igienico-sanitarie e sono sottoposte al controllo sanitario
dei servizi veterinari delle unit€ sanitarie locali. La legge regionale determina altres" i criteri e le modalit€ per il riparto tra i comuni dei contributi per la realizzazione degli interventi di loro competenza.
3. Le regioni adottano, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore
della presente legge, sentite le associazioni animaliste, protezioniste e venatorie, che operano in ambito regionale, un programma di prevenzione del randagismo.
Art. 4 Competenze dei comuni.
1. I comuni, singoli o associati,e le comunit€ montane provvedono al
risanamento dei canili comunali esistenti e costruiscono rifugi per i cani, nel rispetto dei criteri stabiliti con legge regionale e avvalendosi dei contributi destinati a tale finalit€ dalla regione.
2. I servizi comunali e i servizi veterinari delle unit€ sanitarie
locali si attengono, nel trattamento degli animali, alle disposizioni di cui all'articolo 2.


ESPOSTO ALLA MAGISTRATURA

DAL RAPPORTO DEL DOTT.CICCONE CAPITANO MEDICO VETERINARIO DEL CORPO
POLIZIA ECOZOOFILA,
CONFERMATO DAL CAPITANO IOZZI RESPONSABILE DELLA COLONNA DI AIUTO
UMANITARIO E AGENTE PG DAL TENENTE IENNACO RESPONSABILE DEI VOLONTARI INTERVENUTI PER TUTELARE CIRCA 600 CANI SU ESPOSTO DI PRIVATI CITTADINI CHE DA OLTRE UN ANNO RICHIEDONO ALLE AUTORITA COMPETENTI UNA PRESA DI POSIZIONE SI EVINCE CHE GLI ANIMALI SONO STATI NUTRITI DALLA SOCIETA GESTORE DEL CANILE NONOSTANTE SIANO IN CORSO CAUSE E DENUNCE SIA VERSO GLI ENTI LOCALI SIA  VERSO LA SOCIETA GESTRICE PER IRREGOLARITA DELLA STRUTTURA E PER MANCANZA DI COPERTURA DELLE SPESE NECESSARIE ALLA CONDUZIONE CHE GLI STESSI PRESENTANO GRAVI CARENZE IGIENICHE E DI CURE VETERINARIE DA OLTRE 3 ANNI CHE GLI ANIMALI STAZIONANO IN BOX DI CEMENTO SENZA GIACIGLI O BRANDE E/O COPERTE E SONO SOGGETTI AI RIGORI DELLA NATURA SPECIE DURANTE LA STAGIONE ESTIVA CON TEMPERATURE DI OLTRE 38 GRADI

CHE NELLE AREE DI SGAMBAMENTO E COMUNI LE DEIEZIONI SONO LASCIATE A
ESSICARE AL SOLE  CHE VI SONO GRAVI INDIZI DI DECADIMENTO DELLE STRUTTURE E DI MANCANZA DI MANUTENZIONE E CHE NECESSITANO URGENTI OPERE DI RISANAMENTO CHE OSSERVANDO ANIMALI CHE GIOCAVANO CON OSSA DI CANE SI E' PERVENUTI ALLA SCOPERTA DI DECINE E DECINE DI CARCASSE DI CANE DI CUI ALCUNE RECENTI LO STESSO GESTORE CI HA DETTO DI AVER DENUNCIATO IL DECESSO MA DI AVER SCARICATO I CORPI IN UN VALLONE E DI NON AVER PROVVEDUTO AL LORO INCENERIMENTO

REATO DI OMISSIONE DI ATTI D'UFFICIO CHE ANCHE IL CORPO FORESTALE STAVA INDAGANDO SU SEGNALAZIONE ESSENDO PALESI ILLECITI E REATI COMMESSI PER INOSSERVANZA DELLA LEGGE REGIONALE 12/98 DELLA LEGGE 189/04 E DELLA LEGGE 281/91 OLTRE AL NON RISPETTO DEL CODICE PENALE SI E' RICHIESTA AL P.M. DELEGA ALLE INDAGINI ED IL SEQUESTRO CAUTELARE DEGLI ANIMALI E DELLA STRUTTURA OFFRENDO QUALORA LA MAGISTRATURA LO RITENGA NECESSARIO IL CORPO POLIZIA ECOZZOFILA QUALE CUSTODE GIUDIZIARIO DEGLI ANIMALI E DELLA STRUTTURA PER UN PERIODO DI 30-40 GIORNI NECESSARIO AI PRIMI INTERVENTI DI NORMALIZZAZIONE DELLA SITUAZIONE PREGRESSA L'ASSESSORATO ALLA SANITA DEL COMUNE DI TARANTO E' STATO INFORMATO CHE NECESSITANO CIRCA 1000 EURO AL GIORNO PER LE CURE E L'ALIMENTAZIONE CALCOLANDO DI RIMBORSARE SOLO LE SPESE A VOLONTARI PROFESSIONALI E VOLONTARI VETERINARI LE ULTIME SENTENZE DELLA SUPREMA CORTE ALLEGATE INDICANO L'ORIENTAMETO
DELLA MAGISTRATURA CHE RITIENE REATO DI MALTRATTAMENTO ANCHE LA
SEMPLICE CARENZA DI AFFETT E/O DI CURE VETERINARIE CON OSSERVANZA IL COMANDANTE CPE
C.LLO E.F. CIAGLIA

SI ALLEGANO N§ 2 ESPOSTI PERVENUTICI AVENDO AVUTO CONFERMA CHE VERRANNO A DEPORRE

Le informazioni contenute nella presente comunicazione ed i relativi allegati possono essere riservate e sono, comunque, destinate esclusivamente alle persone o alla società indicati nell'indirizzo. La diffusione, distribuzione e/o copiatura del documento trasmesso, da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell'art.616 C.P., che ai sensi del D.Lgs n.193/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente per telefono allo 0381920021 o inviando un messaggio all'indirizzo e-mail opiccinino@texon.it.

 







Emergenza

 

Il 27 -28 ottobre una autocolonna del corpo di poliziaecozoofila andrà a Taranto con 5-6 veterinari per l'emergenza in corso con viveri e medicinali che saranno distribuiti sotto ns. sorveglianza. Abbiamo avuto dall'assessore alla sanità una disponibilità a regolarizzare temporaneamente la convenzione al fine di erogare contributi con la nomina di un ns. commissario quale garante.

Questo accordo temporaneo permetterà di trasformare l'emergenza in una situazione sottocontrollo in attesa di soluzioni definitive; di certo almeno 100-180 cani devono trovare asilo o affido presso privati o associazioni in quanto il canile di Statte dal 2004 non e' più convenzionato per irregolarità di autorizzazioni e struttura. Nato per 200 cani, ne ospita 600, accuditi da solo 2-3 volontari!

 

La nostra centrale operativa è a vs disposizione per qualsiasi ragguaglio:

Cell. 349 84 59 330

e-mail: comando@poliziaecozoofila.info

 

Il capitano Iozzi del commissariato Roma è stato delegato a dirigere le operazioni, si prega di non intasargli le linee telefoniche ma di inviarci mail a cui sarà data evasione.

Stiamo allestendo un centro raccolta a Roma ed uno a Taranto, di cui vi forniremo gli indirizzi, in cui sarà possibile continuare ad inviare generi di prima necessità; per i medicinali abbiamo convenzioni con 40% di sconto ma servono le ricette.

 

Ringraziamo per la collaborazione e per la disponibilità il comandante C.llo e.F. Ciaglia

Associazione unione democratica, corpo polizia ecozoofila.

 

Bancoposta c.c. n° 75988907 -  Abi 7601 - Cab 01600
Motivazione: canile Taranto


ARCHIVIO NEWS
30-05-2012 - EMERGENZA SISMA IN EMILIA - L’OIPA PROMUOVE UNA RACCOLTA STRAORDINARIA DI CIBO PER ANIMALI DOMESTICI
02-05-2012 - Green Hill liberati 30 Beagle - Chiediamo al senato di approvare la legge
05-04-2012 - CANADA: ARRIVA LA PRIMAVERA E TORNANO I CACCIATORI - Come ogni anno in Canada cuccioli di foca verranno massacrati
30-03-2012 - DOMANI SABATO 31 MARZO NUOVO PRESIDIO DAVANTI AD HARLAN - 104 macachi NON sono salvi e la quarantena sta per finire GAIA CHIEDE AL CORPO FORESTALE INTERVENTO
25-02-2012 - Vivisezione: 900 Scimmie provenienti dalla Cina Condannate a morte !! Ma perche? - Scimmie per la visisezione in arrivo a Corezzana
03-02-2012 - L’ Agopuntura come funziona? - “ non c’è alcuna magia, tutto risponde come l’ombra al corpo e il tamburo alla bacchetta … la sola m
31-01-2012 - Il delfini dell'Arcipelago Toscano e gli ultimi eventi. - da www.centroricercacetacei.org
09-01-2012 - PET PASSPORT, IL REGNO UNITO REVOCA LA QUARANTENA - Storica decisione del Regno Unito : cani e gatti, in viaggio in Inghilterra non dovranno più stare
20-12-2011 - Emendamento Vivisezione - Pubblicato da AmbienTiAmo il giorno 18 dicembre 2011
25-11-2011 - NUOVA TASSA SUGLI ANIMALI? NEL PIANO MONTI NON C’E’ - Nel Piano che il Prof Monti ha presentato al Parlamento e con il quale ha incassato la fiducia, non

TORNA SU

Copyright 1997-2006 Animali.com - info@animali.com
HTML - CSS - Designed by Web Agency Napoli