Animali.com - Il portale degli animali.
Animali.com il portale degli animali - Home Page
Animali.com - Il portale degli animali.

Animali.com - Il portale degli animali.
Cerca nel sito
Animali.com - Il portale degli animali.
Animali.com - Il portale degli animali.
News
Animali.com - Il portale degli animali.
Approfondimenti
Birdwatching
Blindsight - Il cane guida
Comportamento
Curiosità
Documentari
Enciclopedia
Gli OGM
I Cani
I Gatti
Le Acque Mariane
Viaggi nella natura
Animali.com - Il portale degli animali.
Adozioni
Animali.com - Il portale degli animali.
Campagne
Balene
Caccia
Canili
Circhi
Corrida in Catalogna
Foche del Canada
Foche del Sud Africa
Oche e Fois gras
OGM
Orsi in Cina
Pellicce
Randagismo
Tutela dignità animali
Vivisezione
Animali.com - Il portale degli animali.
I nostri amici
Album di Famiglia
La storia di Beniamino
Animali.com - Il portale degli animali.
In Vacanza
Aree di sosta in autostrade
Informazioni utili
Spiagge
Vaccinazioni
Libreria
Animali.com - Il portale degli animali.
macrolibrarsi.it
Numeri utili
Animali.com - Il portale degli animali.
Links
Animali.com - Il portale degli animali.
La foto del mese
Orso Grizly
Animali.com - Il portale degli animali.
Mercatino
Animali.com - Il portale degli animali.
www.posteshop.it
NEWS: Aviaria
Veterinari ANMVI, nessun motivo di preoccupazione
01-03-2006

Rassicurazioni dal presidente Carlo Scotti. Il caso del gatto infettato dal virus H5N1 in Germania ''non deve sorprendere o preoccupare''. Lo ha affermato il presidente dell'Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani (Anmvi) Carlo Scotti. ''E' possibile infatti - ha sottolineato Scotti - che in condizioni estreme, di vita o di ambiente, i felini possano essere contagiati dal virus dell'aviaria''. Nel caso specifico, ha precisato, ''il gatto viveva sull'isola di Ruegen nel Mar Baltico, in condizioni di totale randagismo nutrendosi con carcasse di uccelli selvatici portatori del virus. E' certo quindi che l'animale sia venuto a contatto con piume, escrementi o con i resti di volatili infetti che gli possano aver trasmesso l'H5N1''. La notizia, avverte l'Anmvi, ''non puo' d'altra parte preoccupare i proprietari di gatti del nostro Paese in considerazione delle diverse condizioni di vita. I gatti italiani sono infatti domestici ed alimentati con prodotti industriali, che danno assoluta garanzia in quanto realizzati con materie prime animali sottoposte a rigidi controlli da parte dei Servizi Veterinari Nazionali''. ''Non vi e' alcun motivo di preoccupazione. - ha inoltre dichiarato Stefano Bo, presidente della Societa' Italiana di Medicina Felina - Associazione Federata ANMVI - Sapevamo gia' della rara possibilita' che i gatti potessero contrarre il virus in situazioni limite. La condizione in Italia e' completamente diversa e non vi e' quindi alcun rischio - ha concluso - per i gatti domestici e tantomeno per i loro proprietari''. (ANSA) www.animalisti.it

ARCHIVIO NEWS
31-01-2011 - La Tragedia del rospo "Innamorato" - Tra poche settimane inizierà la migrazione dei rospi e le conseguenti operazioni di salvataggio dei
21-01-2011 - IO AL CIRCO NON MI DIVERTO! - Progetto di prevenzione dell’uso della violenza
18-01-2011 - DIOSSINA, FAZIO ANNUNCIA UNA LEGGE E UN DECRETO - Nessun alimento positivo alla diossina tra quelli fino ad oggi controllati nel nostro Paese.
29-12-2010 - Sarà vero? : Una strana creatura si aggira in Kenya - La strana creatura nel parco nazionale del Kenya: metà gazzella e metà leone
21-12-2010 - A NATALE FAI UN ATTO D’AMORE: ADOTTA UN ANIMALE ABBANDONATO - Con l’arrivo del Natale ritorna il malcostume di acquistare cuccioli come regalo da mettere sotto l’
29-11-2010 - Il traffico di animali provenienti dai paesi dell'Est è Reato Penale. - Inasprite le sanzione per l'uccisione e il maltrattamento di animali.
12-11-2010 - La Corte di Giustizia Europea condanna l’Italia: - la legge regionale del Veneto sulla caccia in deroga viola le Direttive comunitarie di tutela degli
29-10-2010 - Apicoltura in Europa i veterinari inizieranno ad occuparsi delle malatte delle Api - L'Europa annuncia di approvare una risoluzione per contrastare il declino delle Api
27-09-2010 - Sperimentazione : Vivisezione sugli animali - nel 2005 nell’UE-25 sono stati utilizzati in totale 12,1 milioni di animali. I topi (53%) e i ratti
09-09-2010 - Vivisezione : randagi come cavie - possibilità di utilizzare animali selvatici - possibilità di effettuare esperimenti senza anestesia

TORNA SU

Copyright 1997-2006 Animali.com - info@animali.com
HTML - CSS - Designed by Web Agency Napoli