Arriva il cama un pò cammello un pò lama

da “La Repubblica” del 16-7-2002 Ci chiediamo come si può essere orgogliosi e felici di aver creato in laboratorio un animale che in natura non avrebbe ragione di esistere… ci chiediamo fino a che punto arriveremo e perché non studiamo per proteggere la nostra natura invece di distruggerla… Ebbene, stupitevi gente, non è un mulo…